logo

Cilento una terra da riscoprire a portata di mano

Terra di straordinaria tradizione storico-artistica e di paesaggi dalla bellezza inenarrabile, il Cilento apre le sue porte a tutti coloro i quali intendono scoprire i segreti e le bellezze di questa terra le cui usanze e tradizioni risalgono alla notte dei tempi.

Vette sempre innevate, spiagge di sabbia finissima, scogliere mozzafiato, acque cristalline, storia, cultura, tradizione e soprattutto accoglienza e calore umano, aspettano tutti coloro che vogliono trascorrere una vacanza all’insegna della cultura, del relax e del divertimento.

Itinerario

Arrivo a Pisciotta

Visita guidata al borgo; tra tutte le costruzioni civili emerge il Castello Marchesale che ha subito nei secoli diversi rimaneggiamenti. 

Notevole è la Cattedrale dedicata ai Santi Pietro e Paolo che fronteggia il mare, deliziosa è la Cappella di San Michele che nasce come Chiesetta votiva fatta costruire da un Pinto tratto in schiavitù dai saraceni e poi liberato dal Bej di Tunisi.

Giuseppe Ungaretti – viaggio nel mezzogiorno

Su quel monte c’è un ciuffo di ulivi … ulivi, sempre ulivi!
Pisciotta si volge in tre fasce su una parete:
la più alta è il vecchio paese, di case gravi e brune e a grandi arcate; in mezzo, sono ulivi sparsi come pecore a frotte; la terza, a livello dell’acqua, la formano case nuove e leggere, i cui muri sembrano torniti dall’aria in peristili. Ed ora gli ulivi hanno un alone di luce intorno alle foglie, come i santi.

Nella parte sud del paese vi è ancora qualche rudere di un convento di Francescani che i frati abbandonarono per contrasto con alcune famiglie locali, questo è un argomento ancora tabù, dopo più di un secolo, ma la presenza del Convento stava ad indicare che le prime costruzioni di quella che poi doveva diventare Pisciotta sorsero in quel luogo, che era il più facilmente difendibile.

Poco più sopra del Convento nel territorio del Comune di Pisciotta e precisamente nella frazione di Caprioli si trova , a poca distanza dal mare, il cosiddetto Cenotafio di Palinuro, una diruta costruzione circolare in pietra che la leggenda vuole eretta per ricordare  il nocchiero di Enea che Virgilio immagina sia stato ucciso dai feroci abitanti della zona. Naturalmente, nulla di più falso, Virgilio che con l’Eneide intendeva celebrare i fasti della famiglia Giulia, quella di Augusto, per ingraziarsi l’ Imperatore che a Palinuro aveva perduto la flotta per una bufera, non esitò a bollare il luogo come zona poco raccomandabile sia per il tempo meteorologico, sia per gli abitanti.

Pranzo a marina di Pisciotta e tempo libero per passeggiare nel grazioso borgo marinaro.

Rientro in agriturismo per la cena e tempo libero.

Trekking sorgenti del Sammaro e Roscigno vecchia.

Le sorgenti del Sammaro, collocate nella parte finale di un’affascinante gola, rappresentato una meta molto gettonata per gli amanti del trekking nel Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni.

Le sorgenti del Sammaro si trovano nella parte terminale delle gole del Sammaro, una grande frattura nella roccia calcarea lunga circa 1600 metri e sovrastata da un ponte in cemento alto poco più di 150 metri.

Il Ponte del Sammaro è uno dei ponti ad arcata unica più alti d’Europa, costruito negli anni ’60 per collegare il comune di Sacco a quello di Roscigno.

Da comune di Sacco si raggiunge in auto l’inizio del sentiero, per poi procedere a piedi nella natura incontaminata tra faggi e castagni fino alle acque limpide del torrente Sammaro.

Le gole del Sammaro sono un luogo ideale per una piacevole passeggiata nella natura, dalla primavera all’autunno, sia per gli escursionisti che per chi pratica torrentismo.

Da non perdere, nelle immediate vicinanze, il borgo fantasma di Roscigno Vecchia, un paese abbandonato all’inizio del ‘900 a causa delle frequenti frane che interessavano il luogo.

Roscigno Vecchia, considerato la Pompei del ‘900, è un piccolo paese dal grande fascino, dichiarato Patrimonio Mondiale dell’Unesco e sede del Museo della Civiltà Contadina.

L’antico borgo di Roscigno Vecchia conta un solo abitante, il signor Giuseppe Spagnolo, una persona dalla grande simpatia che allieta i turisti con i suoi preziosi racconti sulla storia del luogo.

Fine escursione e rientro

Galleria Immagini

Video

Informazioni Importanti

Il prezzo include

  • Spostamento da e per i luoghi evidenziati
  • Pranzo
  • Escursione con guida

Il prezzo esclude

  • Bevande

Termini & Condizioni

Tour

SUPER ESCLUSIVO

I PALMENTI DEL CILENTO